TRATTAMENTI TERMICI - Quality Control SRL

Vai ai contenuti

Menu principale:

TRATTAMENTI TERMICI

TRATTAMENTI TERMICI

Sottoponendo alcuni metalli e leghe a un riscaldamento a determinate temperature, per un tempo conveniente, e raffreddandoli successivamente fino a temperatura ambiente, si verificano nel materiale notevoli variazioni della sua struttura che ne modificano le proprietà. In particolare si possono ottenere, secondo i casi, un aumento della durezza, della resistenza meccanica, dell’elasticità, della duttilità o della tenacia meccanica del materiale trattato.
Tali operazioni di riscaldamento a temperature prestabilite e in ambiente determinato, di permanenza a quelle temperature e di raffreddamento secondo modalità opportune, costituiscono i trattamenti termici.
I laboratori della Quality Control S.r.l. eseguono trattamenti termici simulati su materiali (quali talloni di saldatura, getti, fusioni, laminati, tubi,…) destinati al prelievo di provini per l’esecuzione delle prove meccaniche richieste dai codici applicabili e/o dalle specifiche di commessa. Tutto questo al fine di verificarne le proprietà meccaniche nelle condizioni finali di esercizio.

I tipi di trattamenti termici eseguiti sono:

- ricottura (il cui scopo è rendere l’acciaio più dolce e quindi più adatto alle successive lavorazioni ed eliminare le tensioni interne presenti prima del trattamento);
- normalizzazione (fissa nel materiale una grana fine ed omogenea, distrugge tensioni dovute alla fucinatura, rigenera l’acciaio surriscaldato e ne migliora la tenacità);
- tempra (al contrario della ricottura provoca nel materiale un aumento notevole della durezza e della resistenza meccanica);
- distensione (eseguita normalmente su campioni saldati ne elimina le tensioni causate dal processo speciale);
- rinvenimento (elimina le tensioni interne prodotte dal trattamento di tempra e migliora la tenacità dell’acciaio);
- solubilizzazione (applicato agli acciai austenitici, serve per conservare una struttura austenitica omogenea e rimuovere quelle alterazioni strutturali dovute ai processi di fabbricazione).

I laboratori sono in grado di eseguire ulteriori tipi di trattamenti termici, fino a una temperatura di 1200°C, sulla base di specifiche richieste.




Torna ai contenuti | Torna al menu