PROVE SU MATERIALI PER L’EDILIZIA - Quality Control SRL

Vai ai contenuti

Menu principale:

PROVE SU MATERIALI PER L’EDILIZIA

PROVE SU MATERIALI PER L’EDILIZIA

Con la legge 5 novembre 1971 n. 1086 e i successivi decreti attuativi sono entrate in vigore, nell’ambito dell’ingegneria civile, le norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato normale e precompresso, e a struttura metallica.
La realizzazione di queste opere deve avvenire in modo da assicurare la perfetta stabilità e sicurezza delle strutture e da evitare qualsiasi pericolo per l’incolumità pubblica.
Prove su materiali
La Quality Control S.r.l. si inserisce come laboratorio autorizzato, con decreto del Ministero dei Lavori Pubblici, ad effettuare prove sui materiali da costruzione quali leganti idraulici, calcestruzzi, laterizi ed acciai. Tale attività di prove e certificazioni, ai fini della legge suddetta, è servizio di pubblica utilità.

Tipi di prove


Tra le principali prove unificate che il laboratorio della Quality Control S.r.l. è attrezzato ad eseguire, segnaliamo:

- prove di resistenza meccanica sui calcestruzzi: rottura a compressione di cubi o cilindri, rottura a flessione, rottura per trazione indiretta (prova brasiliana) e rottura per trazione diretta;
- prove di trazione sull’acciaio, con determinazione dell’area della sezione, dei carichi di snervamento e rottura e dell’allungamento percentuale a rottura su spezzoni di tondo liscio, barre ad aderenza migliorata, reti e tralicci elettrosaldati, profilati, lamiere, e fili da precompresso;
- piegamento a 180º a freddo, piegamento a 90º con raddrizzamento dopo riscaldamento, numero di piegamenti alterni a rottura;
- resistenza al distacco per reti e tralicci elettrosaldati;
- resilienza di Charpy a temperatura ambiente e a freddo.
- prove fisiche su leganti idraulici, prova di indeformabilità, prova di presa, determinazione della finezza di macinazione;
- prove di resistenza meccanica su malta plastica;
- misure fisiche su calcestruzzi, peso dell’unita di volume, coefficiente di dilatazione lineare, prova di Abrahms;
- prove e misure speciali su calcestruzzi, modulo di elasticità normale a compressione, diagramma di deformazione, ritiro;
- prove su inerti per calcestruzzo, peso dell’unita di volume, analisi granulometrica per via secca, durezza Mohs;
- prove su laterizi, resistenza a compressione in direzione dei fori, resistenza a compressione trasversale ai fori, resistenza a trazione per flessione, modulo di elasticità, determinazione della percentuale di foratura ed area media della sezione di un foro, coefficiente di dilatazione lineare, prova di punzonamento, prova di dilatazione per umidità.

Il laboratorio è in grado di eseguire ulteriori prove sulla base di specifiche richieste. l’affidabilità dei risultati.

Tutti gli operatori sono in possesso di certificazione di livello 2 in conformità alla normativa SNT-TC-1A dell’ASNT, alla EN 473 e ISO 9712.
A chi ci rivolgiamo?

I nostri clienti sono tutti coloro che hanno necessità di eseguire controlli preventivi sulla materia prima in arrivo o sul prodotto finito. Si rivolgono a noi, di conseguenza, l’industria metalmeccanica, petrolifera, le società di ingegneria, valvolieri, fonderie, enti di ricerca e di controllo e comunque tutte le società che si occupano della trasformazione e produzione di manufatti in metallo (anche attraverso processi speciali quali la saldatura).




Torna ai contenuti | Torna al menu