PROVE ESTENSIMETRICHE - Quality Control SRL

Vai ai contenuti

Menu principale:

PROVE ESTENSIMETRICHE

PROVE ESTENSIMETRICHE

Il metodo consueto per assemblare le parti strutturali di macchine, apparecchiature, veicoli, aeromobili, ecc., si basa sulla resistenza dei materiali ed è valido quando i carichi dei vari componenti sono conosciuti sia qualitativamente che quantitativamente; problemi sorgono particolarmente quando i carichi sono sconosciuti e quando gli stessi possono essere solo indicativamente approssimati. Formalmente il rischio di sovraccarico viene contenuto utilizzando coefficienti di sicurezza ovvero con sovradimensionamenti. Attualmente le moderne tecniche di progettazione richiedono un risparmio di materiale sia per ragioni di costo che per una riduzione dei pesi; questo risulta chiaramente evidenziato nell’industria aeronautica. Per soddisfare i requisiti di sicurezza e per fornire una adeguata vita in esercizio delle apparecchiature, è necessario conoscere le sollecitazioni ammissibili dei materiali oppure saranno necessarie misurazioni delle condizioni operative. Al giorno d’oggi, attraverso la sperimentazione di varie tecniche, per il rilievo delle sollecitazioni necessarie, si fa ricorso all’impiego di misurazioni elettriche ovvero alle “prove estensimetriche”.
LE PROVE
La Quality Control S.r.l. esegue prove estensimetriche su apparecchi a pressione o loro componenti per la determinazione, in zone considerate critiche, delle deformazioni o il comportamento anelastico (stato tensionale) dei materiali costituenti le membrature alle condizioni di progetto stabilite dal progettista dell’apparecchiatura.

MODALITA' DI ESECUZIONE DELLE PROVE
Una volta applicati gli estensimetri nelle zone scelte dal progettista si inizia la prova; essa consiste nel sottoporre gradualmente le membrature a sollecitazioni che possono essere di varia natura, quali idrauliche e/o meccaniche. Successivamente si rilevano le microdeformazioni del materiale fino al raggiungimento delle sollecitazioni massime riportate nel progetto o a quella massima dello 0.2% dell’allungamento del materiale stesso.

VALUTAZIONE DEI RISULTATI
La prova si può dire superata qualora i valori ottenuti durante la prova ed elaborati successivamente tramite un programma software consentono di verificare che le sollecitazioni localmente presenti non siano superiori al campo elastico del materiale.




Torna ai contenuti | Torna al menu